Stefano Cantini

cocco fotoNasce nel ‘56 a Follonica.
La sua prima esperienza musicale è nella banda cittadina; dopo la fase propedeutica di formazione adolescenziale, delineato uno spiccato interesse jazzistico sceglie il sassofono e si indirizza verso percorsi musicali dedicati allo studio del suono e della sua evoluzione affrontando il jazz classico fino a forme di sperimentazione più avanzata.
Dai primi anni ‘70 suona con numerose formazioni jazz ed entra a far parte di un ristrettissimo gruppo di musicisti eseguendo concerti e registrando dischi.
Ben presto si pone all’attenzione di numerosi studi di registrazione e lavora come “session man”.
Dal 1991 partecipa all’attività didattica di Siena Jazz, è impegnato nei corsi di perfezionamento musicale (CPM) fino al 1997.
Dal 1999 è direttore Artistico del Grey Cat, festival jazz in Toscana.
Numerose sono le tourneés in Italia e all’estero con artisti di musica leggera :Ray Charles, Phil Collins. Raf, Laura Pausini, Fiorella Mannoia, Alejandro Sanz, Ivana Spagna, , , e altri.
Ha inciso numerose colonne sonore di film come quelli con Francesco Nuti e Franco Nero. E’ suo il sassofono solista del film STREGATI di Nuti, che ha vinto il “Nastro d’Argento” di Taormina nel 1986 come migliore colonna sonora.
Oltre al cinema, anche il teatro è stato fonte di interessanti esperienze; ha composto ed eseguito brani in spettacoli teatrali con, Giorgio Albertazzi Arnoldo Foà Paolo Haendel, Davide Riondino ed altri.
Ha collaborato regolarmente con alcuni tra i più grandi jazzisti nazionali e internazionali come: Chet Baker, Elvin Jones, Cameron Brown, Didier Lock Wood, Michel Benita, Billy Cobham, Dave Holland, Billy Hart, Kenny Wheeler, Billy Elgart, Manhù Roche, N. Lee, Dave Liebman, Richie Beirach, Antonello Salis Ares Tavolazzi, Roberto Gatto, Louis Sclavis, Rita Marcotulli, Massimo Urbani, Furio Di Castri, Ramberto Ciammarughi, Paolo Fresu, Luca Flores, Danilo Rea, Anders Shoenlberg, Palle Daniellson, Enrico Rava.
Nel 1995 ha suonato con Michel Petrucciani al JAZZ.FEST in Umbria ed al FESTIVAL JAZZ di CALVI.
Ha eseguito concerti nei più importanti teatri del mondo tra i quali: il NATIONAL ART CENTER di Ottawa e l’OLIMPIA di Parigi.
Ha inciso numerosi dischi fra i quali: “STOPARDING” del quartetto Giochi Proibiti e sempre con questo gruppo “TOUCAN” con Rava, “BOBERA” con i Libens, “WHAT COLOUR FOR A TALE“ di Furio Di Castri , e moltissimi altri come ospite solista.
Nel 2001 pubblica, con Materiali Sonori, il suo primo cd da leader “NICCOLINA AL MARE”. E’ un omaggio al grande Michel Petrucciani con il quale Cantini ha più volte collaborato.
Nel 2003 collabora ad un progetto di Raffaello Pareti, con Antonello Salis realizzando una produzione del Grey Cat Festival e pubblica il disco “IL CIRCO”, per l’etichetta Egea presentandolo ad Umbria Jazz 2003 . Uscito da pochissimo l’ultimo lavoro dal titolo L’amico del vento pubblicato da EGEA con Rita Marcotulli e gli Archestring projet diretti da Mauro Grossi. Con questo progetto a partecipato al Jazz Festival di Montreal 2006 in Canada ottenendo un incredibile successo. L’americana Down Beat, la piu importante testata giornalistica musicale mondiale nella quale scrivono giornalisti come Juan Rodriguez lo ha definito uno dei piu grandi interpreti mondiali del sax soprano e l’autore del miglior concerto della settimana del festival.