Antonella Benucci

canto liricoAntonella Benucci ha studiato canto con Giancarlo Montanaro, Anastasia Tomaszewska Schepis (Istituto Musicale Pareggiato Siena), Renata Scotto (master class con l’Ente Lirico di Cagliari), Raina Kabaiwanska (master class con selezioni tenute da Peter Maag). Tiene concerti dal 1989 con musica da camera, musica lirica e sacra, con pianoforte, ensemble strumentali e orchestra in Italia, Svizzera, Germania, Ungheria. Ha partecipato alle stagioni liriche di Pescara, Enna, Massa Marittima, Viterbo, Atri, Rieti, Chieti e tenuto concerti presso le più importanti città italiane quali Roma, Firenze, Fiesole, Siena, Salerno, Arezzo, Ancona, etc. Nel Luglio ‘93 vince il ruolo di “Serpina” ne “La serva padrona” di G. B. Pergolesi allestita durante il Gubbio Festival 1993 in collaborazione con la New York University. Ha collaborato come solista con l’Associazione “J. S. Bach in Toscana”, Orchestra da camera di Siena, orchestra Città di Grosseto, Orchestra ORFILA, Orchestra Filarmonica del Tirreno, Orchestra “Nova Harmonia” ed è la voce solista del Quartetto Barocco “DAFNE” costituito interamente da donne. Ha interpretato ruoli quali Serpina (La Serva Padrona), Oscar (Un ballo in maschera), Violetta (La traviata), Lucia (Lucia di Lammermoor), Gilda (Rigoletto), ed eseguito in qualità di soprano solista Messe, arie sacre, profane e mottetti di W. A. Mozart, Stabat Mater di Pergolesi, Cantate di J. S. Bach, Te Deum di G. Verdi, gli oratori La tempesta sul Lago e Baptisma di D. Bartolucci direttore della Cappella Sistina (Roma, Città del Vaticano) diretta dallo stesso autore con il quale ha anche inciso recentemente un CD contenente la Tempesta sul Lago, eseguito a Roma, Firenze, Pesaro e numerose altre città italiane. Insegna Canto ad indirizzo classico dal 1990 presso l’Accademia Omero Martini di Massa Marittima e la Scuola Comunale di Musica Bonello Bonarelli di Follonica. Attualmente fa parte della Cappella Musicale del Duomo di Fiesole. Ha tenuto concerti al Pantheon di Roma, nella Cattedrale di Fiesole, nella Basilica di Santa Maria degli Angeli di Assisi.