AMF

L’Associazione Musicale Follonichese (A.M.F.) nasce nel 1993 dall’unione di 2 associazioni: C.A.M.F.  e R. DEL CORONA. Il Comune di Follonica assegna all’AMF (convenzione1993) l’attuale sede per gestire la Scuola Comunale di Musica B.Bonarelli. E’ una libera associazione culturale, senza scopo di lucro, che opera sul Territorio del Comprensorio delle Colline Metallifere.

Finalità:

  • valorizzare l’insegnamento musicale e lo studio della musica
  • sviluppare attività di carattere formativo e documentario
  • essere veicolo della cultura musicale
  • coinvolgere gli associati: corsi, laboratori, convegni, seminari
  • stimolare e realizzare produzioni proprie

E’ amministrata e gestita dal Consiglio Direttivo

La Scuola Comunale di Musica “Bonello Bonarelli” opera sul territorio dal 1993 è  una struttura polivalente in grado di soddisfare le più svariate esigenze artistiche.
La struttura, situata nel Golfo di Follonica, a pochi passi dal mare, è circondata da un ampio giardino,9 aule attrezzate con strumenti musicali, 1 aula dedicata alla musico-terapia, Auditorium, sala prove. E’ gestita dall’Associazione Musicale Follonichese che non ha scopi di lucro, ma si propone:

  • di valorizzare sul piano culturale l’insegnamento musicale nelle sue più svariate accezioni; di incentivarlo in tutti i settori, di qualificarlo sotto il profilo didattico riguardante le persone e i mezzi;
  • di sviluppare un particolare studio della musica favorendo, fra gli associati, attività di carattere formativo e documentario intorno agli aspetti della problematica musicale, superando la formalità della divisione tra i generi in rapporto alle istanze del Territorio;
  • di essere veicolo della cultura musicale nelle forme di ricerca ed espressione musicale dai centri qualificati verso la periferia e comunque di promuovere e favorire le iniziative atte a rendere accessibile tale cultura;
  • di coordinare e indirizzare l’attività degli associati, promuovendo corsi, laboratori, convegni, concerti, seminari, e iniziative varie, non ché stimolare e coltivare le produzioni proprie che rispettino le finalità sopra espresse.